Per 30 anni l'immobile è stato pericolante e poi, per miracolo, i puntelli scompaiono.

Immagine 2
 

15012011

Il 15 gennaio scorso, nella notte, i soliti ignoti incendiarono un cassonetto dei rifiuti ed altri contenitori della raccolta differenziata in via Massimo D’Azeglio n.12.

          

Quell'incendio coinvolse anche i due puntelli in legno di un immobile che da decenni è sotto controllo preventivo per la presenza di crepe nella sua struttura muraria (o solo nell'intonaco?) .
I due puntelli, quelli al n.12 di via Massimo D'Azeglio, in questi mesi, carbonizzati a metà, non hanno più avuto la loro funzione di sostegno, si sono indeboliti, si sono schiodati e si sono spostati dal loro asse originario rappresentando un serio pericolo per l'incolumità pubblica, così come gli altri due in via Ricasoli n. 90.
Questo lo abbiamo segnalato già l'11 maggio 2011 ma ci siamo anche chiesti, come mai gli operatori dell'ASM, che quotidianamente hanno prelevato i rifiuti da quella postazione, non hanno mai segnalato l'incidente e il pericolo incombente? Ma sarebbe ancor più grave se l'Ufficio Tecnico l'avesse ignorato.

Nelle ultime settimane la situazione è peggiorata perchè è stata rilasciata un'anomala autorizzazione di occupazione di suolo pubblico in via D'Azeglio, che ha ristretto la carreggiata stradale in quel tratto di strada proprio in corrispondenza del civico 12, costituendo un ulteriore pericolo per la stabilità dei puntelli.

 

In data 24 novembre, i puntelli sono scomparsi, e grandi camion stazionano nella zona portando via materiale edilizio di risulta proveniente probabilmente dall’immobile in restauro conservativo al civico n.5.

  

  

   

 

 

  
 

Oggi si vuole segnalare l’anomala situazione in cui un immobile, apparentemente lesionato da parecchi decenni, perde i propri puntelli  e nelle immediate vicinanze si autorizza il montaggio di un’enorme gru con diverse tonnellate di cemento a formare la base d’appoggio della stessa.
 

Ci chiediamo se i puntelli fino ad oggi sono stati una semplice scenografia (forse per deprezzare gli immobili e favorire chi ha investito negli appartamenti al civico n. 86?) oppure, dal giorno in cui sono scomparsi, l’immobile è a rischio? Il peso della gru e le sollecitazioni dei movimenti della stessa posso aumentare il rischio di cedimenti strutturali dell’immobile lesionato? Chiediamo anche se il suolo pubblico occupato dall'impresa corrisponde a quello richiesto, e se nel cantiere sono rispettate tutte le norme di legge che riguardano la sicurezza .

Annunci

2 thoughts on “Per 30 anni l'immobile è stato pericolante e poi, per miracolo, i puntelli scompaiono.

  1. anonimo ha detto:

    CHE QUALCUNO MI SPIEGASSE SE I PROPRIETARI DI QUEI BALCONI HANNO PAGATO PER TANTI ANNI L'OCCUPAZIONE DEL SUOLO PUBBLICO OCCUPATO DA QUEI PUNTELLI, SE QUALCUNO DEL COMUNE ABBIA MAI DICHIARATO CHE QUEI PUNTELLI FOSSERO PERICOLOSI PER L'INCOLUMITA' DEI PASSANTI (VISTO CHE ULTIMAMENTE ERANO SOLO APPOGGIATI AL MURO)…. W LO STATO DI PULCINELLA

  2. anonimo ha detto:

    per 30anni ci hanno preso per il c… e qualcuno ha fatto gli affari suoi; e poi quel cantiere in mezzo alla strada, è normale? la gru può stare la? stanno svuotando un vecchi palazzo e ricostruiranno dentro exnovo? e chi controlla il progetto e se ci saranno sopraelevazioni? sono concesse?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: