Polpi morti, dubbi sulle cause: «Non ci sono prove»

 


Foto: © GiovinazzoLive.it

www.giovinazzolive.it

Dopo la misteriosa morìa di polpi, ritrovati adagiati lo scorso 20 agosto sul fondale vicino alla riva, in località Trincea, portati fin lì dalle correnti marine, arriva la smentita sulle ipotesi avanzate ieri, dalla Gazzetta del Mezzogiorno (leggi qui) e dalla Repubblica (leggi qui), di decessi causati dal proliferare costante dell'alga tossica oppure dai pescatori di frodo.

 

Che per la pesca dei molluschi utilizzano in particolare solfato di rame, che attira i polpi fuori dagli scogli.

«Al momento, infatti, non vi sono elementi che possano far pensare ad una connessione tra la salubrità delle acque e la presunta morìa di polpi». A riferirlo, stamane, è il maresciallo di prima classe Maurizio Abbrescia, a capo dell'Ufficio Locale Marittimo, in un comunicato.

«Il giorno sabato 20 agosto – si legge sulla nota stampa pervenuta in redazione – questo Ufficio Locale Marittimo riceveva un'unica segnalazione da parte di privato cittadino circa avvistamento in località Trincea del Comune di Giovinazzo, di esemplare di polpo morto adagiato sul fondale marino delle acque predette.

Immediatamente personale di questo Ufficio Locale Marittimo giunto sul posto constatava l'effettiva presenza di un unico esemplare di polpo adagiato sul fondale marino e del quale risultava impossibile il recupero.

Al momento non sono giunte a questo Ufficio Locale Marittimo ulteriori segnalazioni nè sono stati consegnati ulteriori esemplari morti del mollusco cefalopode.

Questo Ufficio Locale Marittimo comunque ha interessato di quanto accaduto l'Arpa Puglia che sta eseguendo lungo tutto il litorale del nord barese (tra cui Giovinazzo) campionamenti delle acque marine al fine di verificarne la salubrità delle stesse.

Al momento non vi sono elementi che possano far pensare ad una connessione tra la salubrità delle acque e la presunta morìa di polpi.

Se ci saranno ulteriori avvistamenti o rinvenimenti, che voglio precisare al momento non ci sono stati, si prega di voler interessare questo Ufficio Locale Marittimo che eseguirà tutti gli accertamenti del caso».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: