Piedone e il giornalista


Tutti vorrebbero conoscere il puparo che muove le fila. Il teatrino che si è riaperto dopo 19 anni, sta assumendo connotati davvero strani. La morte di Gianni Carnicella che non è stata dimenticata da molti, soprattutto dalla gente onesta e sensibili, è tornata d'attualità. Il movente?

 
Operazione di mafia, delitto d'impeto per un concerto mancato? Ci sono complici? Chi sono?
 
D'Ingeo pone degli interrogativi. E' lui il giornalista individuato tale. Piedone, il reo confesso, come è conosciuto in città, continua la sua manfrina a colpi di manifesti.
 
Ma… a chi  conviene  amplificare  il tutto?

da "il bianco rosso"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: