Aiutateci a scoprirlo

https://liberatoriopolitico.files.wordpress.com/2011/07/5a55be232f1c954dfd8500fe09fadca5.jpeg%20pericolosi_1%20.jpg

Da sabato mattina ci chiediamo cosa potrebbero contenere questi cassoni scarrabili recintati. A voi la parola, accettiamo suggerimenti.

Annunci

2 thoughts on “Aiutateci a scoprirlo

  1. anonimo ha detto:

    Ciao Matteo. Se vuoi un modestissimo parere tecnico, quei cassoni metallici sono usati per il trasporto dei rifiuti e devono essere etichettati con le relative frasi di rischio e la portata. La lettera R sta a significare che si tratta di RIFIUTO PERICOLOSO (ergo anche ESPLOSIVI).
    A parte il fatto che quella frase R non è molto esaustiva sul contenuto del cassone, poiché ci vorrebbe l’intera frase di rischio, quella comunque corrisponde alla vecchia regolamentazione, oggi vi è in vigore un nuovo regolamento 1272/2008, ma questa è una chicca legislativa.
    Non si può dire al momento cosa contenga, si può supporre che sia utilizzato per rifiuti pericolosi.
    Una domanda potresti fare al RUP e al Committente ( Comune di Molfetta) e alla capitaneria di porto in primis e poi in seconda battuta all’impresa ATI. La valutazione dei rischi del progetto Porto e la presenza e la sua validità del piano di evacuazione per verificare se il rischio esplosione e rischio interferenza che si genera dal trasporto degli ordigni è stato contemplato. Dal momento che anche il Sindaco ha detto stanno rimuovendo le bombe. Questo Piano c’è? Chi l’ha firmato? Cosa c’è scritto? Cosa prevede? Il piano di evacuazione degli ordigni è prerogativa dell’impresa che fa i lavori? Sarà quindi compito della Marina erude l’impresa esecutrice e il committente dei rischi e sarà il Comune nella persona del RUP a elaborare e mettere in campo le misure di prevenzione e protezione dell’attività di movimentazione e scarico e deposito degli ordigni dal momento che avvengono nell’area del cantiere e dell’area esterna al cantiere, cioè il Comune di Molfetta.  Il trasporto degli ordigni è carico di chi? Se è tutto a carico della Marina Militare allora il nostro RUP e il sindaco dovrebbero chiedere o elaborare loro un piano di emergenza ed evacuaizone.  Mi meraviglio come la Marina Militare tanto prodiga negli insegnamenti sulla sicurezza non abbia valutato questo rischio e sono curioso di sapere come l’abbia valutato! O anche questo è un segreto di stato?
    Se ciò non esiste bisogna citare la Marina Militare per inadempienza grave! Bisogna leggere bene le carte e soprattutto fare le pulci al RUP, che è il vero responsabile dei lavori e quindi anche delle interferenze che i lavori hanno con l’ambiente esterno al cantiere, vale a dire la città! E’ un casinaccio e  tra incompetenza e lassismo-onnipotenza non si riesce a far rispettare le leggi! Quando poi succedono gli incidenti allora si deve andare a fare il viaggio a Lourdes o si invoca il fato!
    Ciao.

  2. anonimo ha detto:

    Se ci dite dove sono collocate magari potremmo dire qualcosa in più… Dalla foto non si riesce a capire con precisione. Forse il Porto?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: