"Mani sulla città", il gip nega la scarcerazione di Rocco Altomare


Foto: © Manuela Rana

www.molfettalive.it

Rocco Altomare resta per ora in carcere. Lo ha deciso il gip di Trani Roberto Oliveri del Castillo, che ha rigettato l'istanza di scarcerazione presentata dal suo legale Elio Palombi. L'ex dirigente del settore Territorio puntava ai domiciliari, soprattutto dopo le sue dimissioni dall'incarico comunale. Era finito in manette il 23 giugno scorso a seguito dell'operazione "Mani sulla città", condotta dalla Forestale. 

Per il gip restano dunque i rischi di inquinamento delle prove e di reiterazione dei reati. 

Nessuna revoca dei domiciliari per Corrado e Donato Altomare, rispettivamente figlio e fratello del dirigente, Gaetano Di MolaGiambattista Del RossoAlessandro De Robertis Nicolò De Simine. Tutti fanno parte dello studio "A&D", descritto dalla Procura di Trani come canale preferenziale per l'approvazione dei progetti edilizi. Contestata in alcuni casi anche la violazione di norme ambientali. 

Tornano in libertà due delle nove persone fermate nel blitz. Marta De Giglio, professionista dello studio tecnico e il costruttore Mauro Spadavecchia, accusato di calunnia. Per loro c'è la revoca dei domiciliari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: