I misteri della delibera n. 352

Qualche settimana fa ci siamo occupati di una delibera di Giunta Comunale molto particolare, la n. 352 del 23.12.2009, con cui l’Amministrazione Comunale avrebbe concesso un contributo di circa 11.000,00 euro all’Ass. ANPANA per l’attività di collaborazione volontaria con il Corpo di Polizia Municipale per espletare, nei limiti del solo territorio comunale, servizi nell’ambito delle finalità di protezione degli animali, controllo delle discariche abusive, tutela degli animali e attività ittica e venatoria; collaborazione con il Corpo di Polizia Municipale in occasione di manifestazioni pubbliche di carattere civile e religioso e nel presidiare gli istituti scolastici elementari e medi inferiori nel corso dell’attività di ingresso ed uscita degli alunni dagli stessi e, limitatamente alla mera constatazione delle infrazioni rilevate ai sensi delle Leggi Generali e Regionali, dei Regolamenti e delle Ordinanze locali che disciplinano i citati servizi, pattugliamento del territorio comunale con un attento e oculato servizio.
Alle nostre argomentazioni, il responsabile della locale sezione dell’ANPANA oltre a rilasciare una dichiarazione, in propria difesa, alla redazione locale de “ilFatto” in data 4 febbraio 2010 ha perfino contattato sul cellulare privato il coordinatore del Liberatorio chiedendo un incontro privato “chiarificatore”. Oltre alla richiesta d’incontro il responsabile dell’ANPANA ha parlato al telefono di una possibile querela che i suoi superiori avrebbero potuto avanzare nei confronti del Liberatorio.
Non comprendiamo il perché il sig. Antonio De Stena, responsabile dell’ANPANA molfettese, voglia incontrarci; se ha argomenti da chiarire o denunciare dovrebbe rivolgersi al Sindaco di Molfetta o alle forze dell’ordine. Non comprendiamo anche la difesa che un consigliere comunale ha intrapreso nei confronti di detta associazione quando, nei giorni scorsi, segnalando un video (apparso in rete il 6 marzo) che l’ANPANA ha realizzato per denunciare il degrado e la presenza di discariche abusive in contrada Casale nella zona ASI, ha dichiarato che l’assessore comunale all’Ambiente Giacomo Spadavecchia non avrebbe ricevuto il responsabile dell’Anpana, Antonio de Stena, che avrebbe voluto riferire quanto scoperto in zona ASI.
Lo stesso consigliere comunale denuncia il mancato intervento della Polizia Municipale in virtù della mancata convenzione tra l’Amministazione comunale e l’ANPANA, promossa proprio dalla delibera n. 352.
Ci chiediamo: se quella stessa zona in territorio ASI era stata messa sotto sequestro dalla Guardia di Finanza, e pertanto era interdetta la circolazione pedonale e veicolare, come hanno potuto accedere gli operatori dell’ANPANA? Si sono introdotti illegalmente violando il divieto d’accesso, oppure si sono avvalsi di quella speciale “attività di pattugliamento del territorio comunale con un attento e oculato servizio”, contenuto nella Delibera n. 352 del 23.12.2009?
Invitiamo ancora una volta il sindaco Azzollini ad informare la cittadinanza sul mistero della delibera n. 352 con cui si concedono dei contributi ad una associazione che dovrebbe svolgere funzioni che la legge attribuisce al corpo di Polizia municipale o ad altri suoi dipendenti e sollecitiamo il signor Antonio De Stena a chiarire alla città la situazione dell’Anpana dal momento che egli stesso ha dichiarato pubblicamente che, di quella delibera, loro non sono ancora stati informati e non accetteranno mai di firmare la convenzione per delle cose previste che non sono di loro competenza quindi, di conseguenza, saranno costretti a rifiutare quanto proposto dal comune.
Inoltre invitiamo i responsabili nazionali dell’Anpana e il Comune stesso ad approfondire, con un’indagine interna, le dichiarazioni del responsabile locale dell’ANPANA il quale afferma che dal 2005, anno in cui ha assunto la responsabilità della struttura di Molfetta, ha ricevuto dal comune solo 1.800 euro quali rimborsi per attività di vigilanza. Sarebbe interessante per loro, e per la comunità, sapere che fine hanno fatto i contributi concessi ai precedenti responsabili dell’Associazione e chi fossero questi responsabili.
Infine invitiamo i consiglieri comunali che si interessano all’attività dell’ANPANA a presentare delle interrogazioni per chiarire il mistero della convenzione prevista dalla delibera n. 352 del 23.12.2009 e dei contributi scomparsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: